Drifting con i bidoncini nello Stretto di Messina

La tecnica è sempre la stessa, drifting con i bidoncini, questa volta la taglia delle prede è aumentata un poco, anche se le catture sono state poche ci siamo divertiti parecchio, il buon Luciano ci ha raggiunti con un bel vassoio di Corneti   che hanno avuto vita breve…..io e Celeste non abbiamo fatto complimenti!

Fatta colazione cerchiamo, e dico cerchiamo di fare il vivo che sembra essere scomparso, oltre alle difficoltà Celeste mi da una bella filosa sabotata  sembra non essere gradita da niente, invece Luciano sale a flotte le alaccie e celeste ride dicendomi che se volevo le alacce dovevo preparare io le filose…(OT ci lavoro da giorni) fatto quel poco di vivo si parte alla ricerca delle nostre palamite.
mentre navighiamo incontriamo un raro vortice, che le leggende narrano che si formi con le correnti generate dai miti Scilla e Cariddi

 

Dopo questo fantastico spettacolo ci siamo dati alla pesca Luciano si è destreggiato con una bella palamita che sfiorava i 3 kg, un bel combattimento.

giornata con poche catture ma con tante risate…..

Autore Cosimo Andreotti “staff pescareamessina”

Precedente Tutorial su come inserire i le immagini nel forum all'interno dei post. Successivo BOLOGNESE- Pastella "economica" ricetta